Mappa Comitati – Fare tap sulla regione

Coppa Italia Master 2016 Sci Alpino

Calendario Coppa Italia 2015/2016

Nella sezione Circuiti/Coppa Italia potete trovare il calendario completo della Coppa Italia 2015/2016.

Check Also

Il Trofeo Italo Kuhne torna nella bacheca del SAI

Disputate le ultime due gare del circuito MasterMind riservato agli gli over 30. La squadra …

15 comments

  1. Mauro,

    come già ti ho scritto nella mail ti ringrazio per i tuoi post sempre interessanti. Ad ogni modo riguardo alle due discipline che chiami minori il problema è sempre il solito alti costi e scarse iscrizioni. Purtroppo la poliedricità tra i master non è così diffusa. Come ben sai fare più di una specialità comporta materiale diverso, allenamenti mirati, fare slalom non è così immediato e la velocità come nei super g non è per tutti. Ma spingere a partecipare alle Fis Master non è carino nei confronti di chi cerca di organizzare con difficoltà gare e circuiti nei vari comitati. Oltretutto le trasferte costano e …… E poi invece di guardare sul sito Fisi 8 pagine di calendario, basta utilizzare Pianeta master e le hai tutte e puoi scegliere dove guardare senza impallarti gli occhi. Nella sezione generica calendario puoi cercarle per data località e specialità quindi….. passate a pianetamaster e non resterete delusi…..aahah. A parte gli scherzi questo è la nostra mission come dicono quelli AVANTI.

    Cordialmente

    Carlo

    p.s. anche a me piace un sacco lo slalom…un pò meno il super g e ti capisco..

  2. IN DATA 30.11.2015, SUL SITO FISI, SEZIONE MASTER, E’ STATO PUBBLICATO IL CALENDARIO DI TUTTE LE GARE MASTER DELLA STAGIONE CHE SI DISPUTERANNO IN ITALIA, COMPRESE LE FIS MASTER.
    DA UN’ATTENTA ANALISI DEL CALENDARIO E DELLA TIPOLOGIA DI GARE PROPOSTE, EMERGE IN MODO NETTO CHE GLI ORGANIZZATORI HANNO QUASI ESCLUSIVAMENTE INTESO ORGANIZZARE GARE DI “GIGANTE”, QUASI SEMPRE 2 AL GIORNO. LA RIPARTIZIONE E’ LA SEGUENTE: SU 323 GARE IN CALENDARIO, VI SONO BEN 282 GIGANTI, MENTRE GLI SLALOM SONO 30 ED I SUPERG 18.
    CONSIDERIAMO, ULTERIORMENTE: SU 30 SLALOM SPECIALI, 2 SONO FIS MASTER E 2 SONO “OBBLIGATORI” (CAMPIONATI ITALIANI E FINALI COPPA ITALIA), MENTRE SU 18 SUPERG, 1 E’ FIS MASTER E 2 SONO “OBBLIGATORI” (CAMPIONATI ITALIANI E FINALI COPPA ITALIA).
    ARRIVIAMO AI “RISULTATI MATEMATICI”: LE GARE DI SLALOM SPECIALE ORGANIZZATE “VOLONTARIAMENTE” (26), RAPPRESENTANO SOLO IL 7,7% DEL TOTALE!!! LE GARE DI SUPERG ORGANIZZATE “VOLONTARIAMENTE” RAPPRESENTANO UN “MISERO” 4,6% DEL TOTALE!!!
    VOGLIAMO FARE UN’ULTIMA CONSIDERAZIONE?: SU 26 SLALOM SPECIALI, QUELLI IN 2 MANCHE SI CONTANO SULLE DITA DI UNA SOLA MANO……
    ….PUR COMPRENDENDO I MOTIVI CHE SPINGONO GLI ORGANIZZATORI IN QUESTA DIREZIONE, GLI AMANTI (COME ME) DI QUESTE DUE DISCIPLINE CONSIDERATE “MINORI” DOVRANNO “STANCARSI GLI OCCHI” PER CERCARE LE GARE A LORO CARE NELLE 8 PAGINATE DI PROGRAMMA DELLA STAGIONE E, SOPRATTUTTO, SPERARE NEL BEL TEMPO AFFINCHE’ VENGANO EFFETTIVAMENTE DISPUTATE.
    LA SOLUZIONE CHE PROPONGO AGLI APPASSIONATI DI SUPERG E SLALOM SPECIALE?
    LA SOLITA, FREQUENTARE IL CIRCUITO FIS MASTER CUP, NEL QUALE SONO PREVISTI, IN OGNI WEEKEND DI GARE, ALMENO 2 DISCIPLINE (SL/GS), CON ESCLUSIONE DI UN UNICO APPUNTAMENTO DEDICATO AL GIGANTE (ABETONE 5.6-12-2015) ED UN UNICO APPUNTAMENTO DEDICATO ADDIRITTURA AL SUPERG (KAPRUN/AUSTRIA 16.17-1-2016), OLTRE A 5/6 WEEKEND LUNGHI NEI QUALI SI DISPUTA ANCHE IL SUPERG.
    VI ASPETTO TUTTI ALL’ABETONE!!!

  3. ……mi inserisco..credo che l’ultima parte dello scritto di Adriano dato che anche io ero presente alla gara dello Stelvio ed in risposta a .Claudio, abbia voluto dire che nonostante i quindici anni di differenza.. Un B 6. Nel caso Baio ha battuto non solo quelli con quindici anni meno ma anche con trenta e passa anni in meno.
    Ciao a tutti

  4. E comunque non è bello avere categorie FISI differenti da quelle FIS.
    A proposito, ma all’Abetone le fanno davvero le gare questo w.e.?
    Mi risulta che di neve ce n’è veramente poca….

  5. Appunto solo di gossip (pettegolezzo) si tratta…..!!!!
    I dati sono a disposizione di tutti, basta prendersi la briga di scaricare tutte dicasi tutte le classifiche di tutti dicasi tutti i comitati e sommare, a quel punto si cercano gli stessi dati della stagione passata e si confrontano. Ad ogni modo come gia detto non basta una stagione per dimostrare una teoria piuttosto che un ‘altra.
    L’ultima parte cosa significa?

  6. Facciamo un po di gossip tanto per tenere vivo il ns sport preferito in attesa di tanta neve , resto della mia idea che si è voluto cambiare tanto per cambiare, come già detto saranno i numeri a fine stagione per vedere chi ha ragione ,attenzione i numeri non vanno manipolati a piacimento , e per quanto riguarda i B6 visto il risultato della gara dello Stelvio mi sembra che quanto scritto non trovi riscontro sul campo un saluto

  7. Queste regole erano in vigore ormai da un po di anni. Almeno 10 se ricordo bene

  8. Carlo………..amico………..è vero, hai ragione accontentare tutti è un’impresa impossibile e concordo anche sul fatto che la categoria B (fino allo scorso anno) non ha mai avuto un punteggio idoneo. Con queste nuove regole, le categorie con punteggi non idonei diventeranno due (B e C). Comunque, ogni anno si vogliono cambiare le regole, e, a mio modo di vedere, inevitabilmente si “scontenta” una parte. Credimi, secondo me, è quasi sempre la stessa.

  9. Caro Carlo, secondo me, non si è armonizzato un bel niente. Anzi, come al solito, si tende a ghettizzare. E’ più probabile che a qualche altro (che non sono quelli a cui tu ti riferisci) piace vincere facile e quindi si inventano “cose” che in altre federazioni non fanno. E’ sempre stato così,…….per esempio, vai a vedere se in fisi gli A1 sono sempre partiti dall’ età di 30 anni…… poi se vuoi ne riparliamo. Comunque…… Altro abominevole errore è quello di cambiare le regole e di non adeguare i punteggi fisi alle nuove categorie. Mi riferisco ai B6 (i quali dovevano essere “riparametrati”) che si ritroveranno con un punteggio non idoneo alla nuova categoria e così facendo andranno ad “infettare” quella che si è inventata. P.S.: comunque se vuoi a quattr’occhi ti dico io a chi piace vincere facile sia nella nuova categoria B sia in quella nuova C

    • Ciao Giuseppe, mi pare che il tuo commento sia un poco confuso. Perché non sarebbero armonizzate le categorie? Mi sembra che ridurre da 25 a 15 il differenziale tra le categorie più numerose sia positivo. Ghettizzare? Cosa significa? Chi e cosa? Se altre federazioni non “fanno” alcune cose forse non ne hanno la necessità hanno altre problematiche probabilmente. E’ vero che una volta i Master partivano da 35 poi 40 anni, ma erano altri tempi. Ma quando da A5 sei passato B6 se ti avessero “riparametrato” (mi spiegherai cosa intendi) cosa avresti detto? I B6 e oltre secondo me non hanno mai avuto un punteggio idoneo alla categoria, ma così è, e modificare non è semplice. E poi perché infettata? Trovare situazioni che accontentino tutti è impossibile, ognuno vorrebbe che le cose fossero fatte in relazione alle proprie esigenze, non ci azzecchi comunque.

  10. Letto carlo il commento di Claudio è più o meno di quanto è l’umore dei master b dello scorso anno come ti ho già detto più volte vedremo a fine stagione quelli che dici non è reale i cambiamenti si devono vedere in una stagione siamo troppo vecchi per aspettare più stagioni comunque resto della mia idea ci hanno detto per anni che dovevamo adeguarci alle norme fis ora ci cambiano tutto ma sono perplesso un saluto restiamo in contatto anche perché questo è l’unico forum su cui dibattere visto che il sito master fisi è inattivo da mesi

  11. concordo con Adriano, sembra un regolamento che comporta trasferte importanti, sicuramente dispendioso, ne valeva realmente la pena ?
    a fine stagione vedremo..
    sul rimpasto delle categorie i dubbi aumentano, nel mio caso, anno di nascita 1956, il ringiovanimento portera’ ad un confronto irreale, atleti con 15 anni di meno..
    sai che incentivo a gareggiare.. e temo di non essere il solo a pensarla cosi’.
    comunque grazie per questo spazio di dibattito, chissa’ se i vertici delle Federazione avranno il tempo di leggere il pensiero di chi frequenta realmente il mondo delle gare..
    buon lavoro a tutti..

    • Carlo Bartesaghi

      Scusa ma un A5 che gareggiava con un A1 non era irreale, e un B6 che gareggiava con un B9 o un B10 non era irreale?
      Non so tu, ma mi sorge il dubbio (quasi certezza) che a molti piaceva vincere facile (come dice una pubblicità)!

  12. Come già scritto mi sembra inutile aggiungere altro così non funziona comunque se alla maggioranza va bene così ne prendo atto altro problema, forse peggiore anche del regolamento di coppa Italia sono le nuove categorie non hanno niente di sensato vedremo a fine stagione se come penso avranno ottenuto il contrario di quanto preventivato cioè aumentare il numero dei partecipanti non so vedremo per ora speriamo in tanta neve

    • Carlo Bartesaghi

      Sicuramente un calendario così vasto andrà bene a quelle società che organizzano solo gare di Coppa Italia.
      Certamente se nei comitati regionali si organizzassero circuiti regionali, come ad esempio in Alpi Centrali Veneto Alto, che suscitino l’interesse dei rispettivi concorrenti forse si potrebbe sfruttarli per elaborare una formula diversa di Coppa Italia. E’ un calendario che ritengo assolutamente incoerente con quanto professato negli intenti e cioè di evitare trasferte impegnative e costose alle persone. Ma forse….non è quello lo scopo.
      Per quanto riguarda le categorie francamente non vedo il problema. Si è voluto semplicemente armonizzarle in base ad una equità di prestazione in relazione all’età. Se poi a molti piaceva “vincere facile” non ci si può fare molto. L’aumento dei partecipanti è auspicabile e si spera sia una conseguenza positiva di questa armonizzazione. Ogni novità porta di per se malumori e critiche. Ma la critica non deve essere fine a se stessa altrimenti è sterile. Alternative? Inoltre ogni novità ha bisogno di essere metabolizzata e compresa dalle persone e certamente una stagione non è sufficiente per vederne gli effetti sia positivi che negativi. In un momento come questo di difficoltà generale sicuramente non sono i regolamenti ad attirare o allontanare le persone….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *