Mappa Comitati – Fare tap sulla regione

Report Presentazione Coppa Italia Master a Modena

Ieri, presso la fiera Skipass di Modena, è stata presentata la Coppa Italia Master 2014.

Presenti al tavolo Enrico Ravaschio, responsabile Master Italia, Pierluigi Checchi, responsabile FISI presente in sostituzione di Roda (NDA era prevista la presenza di Roda) ed i rappresentanti delle località dove si svolgerà la manifestazione.

La presentazione scorre liscia e dura all’incirca un quarto d’ora. Tanti ringraziamenti tra cui quelli di Checci che ringrazia, a nome della FISI, la categoria Master per dar così tanto alla Federazione e allo stesso tempo costare così poco.

Pochi gli interventi degni di nota, certamente, interessante quello di Ravaschio che sottolinea come si sia voluto concentrare le gare di Coppa Italia in pochi appuntamenti per due motivi: il primo, non intralciare il programma internazionale master a cui la Federazione tiene tanto, secondo, invece, la tendenza dei Master ad iscriversi specialmente alle gare della propria zona.

Altro intervento interessante e sicuramente esaustivo è stato quello di Carlo Rodolfi dello Sci Club Guastalla (NDA Sci Club organizzatore della finale master). “Le finali di Coppa Italia entrano nel contesto della Festa Nazionale Master: agonismo abbinato all’eno-gastronomia”.

Infatti, nei giorni delle Finali Master, a Pampeago verrà allestito un villaggio eno-gastronomico per atleti ed accompagnatori così da abbinare l’aspetto agonistico ad un momento di festa e socialità.

Rodolfi tiene a precisare che ci saranno molte novità e iniziative all’interno del villaggio ma non vuol svelare nulla per lasciare l’effetto sorpresa.

Check Also

Abetone 25 marzo 2018, Fase Nazionale Trofeo delle Società

In una splendida giornata di sole 32 Società, fra le più agguerrite, si sono affrontate …

One comment

  1. Ho letto il commento alla presentazione della Coppa Italia master di Modena Skipass del 1.novembre e l’intervento di Ravaschio è stato concentrato sul fatto che tre tappe del circuito sono sufficienti per non far fare troppa strada e spendere troppi soldi agli atleti, visto il momento di crisi… mi viene in mente quando poco tempo fa lo dicevo io e il signore scriveva che erano cavolate e che erano sbagliati i regolamenti !!
    Che si “restringa” la Coppa Italia per rispettare la Coppa del Mondo questa si che mi sembra una battuta poco felice: penalizzare un movimento sensibile per privilegiare pochi “eletti” mi sembra veramente il massimo.
    E quando mai la Fisi si è interessata alla Coppa del Mondo Master…??
    Auguri per il vostro lavoro e buona stagione agli atleti master.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *