Mappa Comitati – Fare tap sulla regione

Riunione società e responsabili master Alpi Centrali

Pubblichiamo il commento della responsabile Master alla riunione  del 6 giugno u.s. svoltasi a Milano presso il comitato Alpi Centrali il cui’esito è a dir poco sconcertante!  55 le società convocate presenti 6!! Dopo i commenti a dir poco acidi e polemici pubblicati anche su queste pagine nei quali si accusava il disinteresse del comitato nei confronti della base il risultato è questo.  A  voi i commenti.

La Redazione

“Lunedì 06 giugno si è tenuta a Milano presso la sede del Comitato Alpi Centrali la consueta riunione annuale alla quale erano invitati i Responsabili Provinciali Master e cinquantacinque società, alcune quali organizzatrici di gare master, altre quali società con atleti partecipanti alle gare stesse.

L’obbiettivo della riunione era, dopo aver analizzato i risultati del questionario che in qualità di responsabili regionali Master abbiamo predisposto ed inviato alle medesime società, condividere proposte da presentare alla prossima riunione della Commissione Nazionale Master e definire una bozza di calendario per la prossima stagione.

Durante tutto l’inverno io e Carlo Bartesaghi, siamo stati oggetto di pesanti attacchi che avevano come ‘leit motiv’ il nostro (presunto) decisionismo in materia di proposte per regolamenti vari, il tutto in spregio della tanto decantata base.

Ebbene ieri sera, oltre a me, Carlo Bartesaghi , Franco Zecchini che rappresentavamo anche le nostre società di appartenenza, ed al consigliere federale, responsabile del settore master nazionale, Carmelo Ghilardi (presente all’inizio dell’incontro), erano presenti 3, (TRE) società; lo sci club Albavilla con Chiara Compostella, il Cristall Team con Marco Coppadoro e Stefano Colombo e il G.S. Fior di Roccia, con il suo presidente sig. Ambrogio Galimberti, accompagnato da Bruno Brunelli e Lamberto Vitelli: totale 9 persone e 6 società!

Non era presente NESSUN responsabile provinciale, ivi compresi quelli che tanto pontificano su facebook et similia ‘che occorre interpellare la base etc etc’, e a parte 4 società che hanno comunicato che, per vari impegni precedenti non potevano presenziare, il resto ZERO TOTALE, nemmeno un cenno. Ma allora mi chiedo: la base esiste? Se esiste, dov’è? Perché non partecipa??

Trovo questo atteggiamento poco rispettoso in primis di noi come persone (abbiamo anche noi famiglia,  lavoro e problemi personali…), del lavoro che svolgiamo, del tempo che dedichiamo ad un sistema che sta diventando sempre più egoistico, dove tutti sono  bravi, soprattutto nascosti dietro a nickname o  ad un pc, di criticare quello che viene fatto senza peraltro fare il minimo sforzo per partecipare e portare avanti le PROPRIE idee che, se condivise con altri, possono poi essere discusse nelle sedi istituzionali.

La serata è stata comunque utile in quanto con le società presenti sono state analizzate le proposte che verranno discusse venerdì in Commissione Nazionale ed decise le posizioni del Comitato, posizioni che se apprezzate anche dagli altri presenti rientreranno nei futuri regolamenti.

E’ stata anche per me molto utile in quanto ho avuto la conferma che non è il Comitato che non ascolta ma è la ‘base’ che non parla e mi servirà ancora di più per poter rispondere a chi, da oggi in poi, si permetterà di criticare decisioni alle quali NON HA VOLUTAMENTE PARTECIPATO e che diventano INDISCUTIBILI.”

Cordiali saluti

Il Responsabile Master AC

Licia Arsuffi

Check Also

Classifica Circuito Fischer Master Cup dopo 12 gare

Di seguito le classifiche scaricabili del Circuito dopo 12 gare:     Se riscontrate delle …

11 comments

  1. ma calendari e regolamenti arrivano…?

    • Carlo Bartesaghi

      Quest’anno per i calendari bisognerà pazientare un attimo. La Fisi ha deciso di adottare nuove procedure sia per il tesseramento che per il comparto gare (calendario ed iscrizioni), questa novità ha causato uno slittamento generale nell’inserimento del calendario e di conseguenza anche Pianeta master ha dovuto adeguarsi. Per potervi offrire un servizio migliore e più accattivante stiamo aggiornando il nostro sito.
      Non appena ultimati i nostri aggiornamenti e quelli del sito Fisi provvederemo a pubblicare.

      La redazione

  2. Buona sera come ho già scritto ho deciso di non commentare più e di adeguarmi mio malgrado quindi vorrei essere escluso da ogni commento grazie

  3. Cara Licia,
    purtroppo il nostro confronto ha la stessa valenza di un dialogo tra un sordo un cieco ed un muto ( vale a dire non ne verremo mai a capo ); tu hai le tue idee e giustamente le porti avanti, io ho le mie ( e credimi non sono solo le mie e quelle degli altri tre che hai citato ) e le ho portate avanti sino a che ho ritenuto giusto ed opportuno, allo stato attuale ritengo che tale confronto sia ormai più una questione personale che di dominio pubblico ergo ritengo che, qualora fosse il caso i panni sporchi possiamo lavarceli in famiglia senza andare oltre. Ritengo altresì di aver incontrato nel corso di queste vicende persone più permeabili al confronto e con le quali meglio mi rapporto….. chiaro che il giro sarà più lungo ma attraverso costoro spero, forse, riusciremo a far cambiare qualcosa.
    Stammi bene.

  4. bah il fatto che tu abbia definito i responsabili master del tuo Comitato ‘burocrati che spesso e volentieri (parlo sempre per il mio comitato) nemmeno sono presenti alle gare e parlano per sentito dire’ in un documento che ha fatto il giro del web non mi sembra un’astensione dai commenti sulle persone, che poi ripeti ampiamente anche in questo commento pieno di bip per definire me o Carlo….
    Detto ciò, non sono una che ama raccontare i fatti propri ma visto che insisti ti dico due cose che sono certa già sai ma che non vuoi recepire:
    1) io parlo per esperienza, esperienza che mi viene da anni di gare master, riprese nel 2003, dopo aver gareggiato da ragazza e fatto la maestra di sci per molti anni, gare in cui ho vinto qualcosa (alcuni titoli regionali, un titolo italiano oltre ad altri numerosi podi, una medaglia ai mondiali nel 2013, alcune coppe Italia generali e di specialità, un 4 posto della classifica finale di FMC stag. 2012, parecchie gare di CPI e FMC e mi fermo qui), faccio parte, unica rappresentane femminile della Commissione Nazionale Master da circa 8 anni, conoscenza del mondo master anche al di fuori dei meri confini del nostro comitato ne ho acquisita parecchia, oltre ad avere un’ottima memoria storica e questo mi permette di essere ponderata nel valutare le varie proposte e non mi sento per nulla un burocrate!
    2) lo stesso si può dire di Carlo che magari ha meno esperienza, ha vinto meno ma è sempre in giro…io sono a casa a curarmi una grave malattia che mi ha colpito nel luglio 2013 e le cui cure sono considerate DOPING quindi a fare le gare anche volendo non ci posso andare…pertanto visto che ti definisci una persona educata, metti in pista questa educazione e rispetta chi sta cercando di portare a casa la pelle perchè davanti a queste cose le gare credimi vanno in ultimo piano…provare per credere!
    Detto ciò veniamo al discorso delle riunioni perchè in tutto il tuo scrivere, forse dovresti anche un pò leggere, magari uno statuto federale o un regolamento tecnico o un regolamento organico e scopriresti, in primis che la metà delle cose che hai suggerito nella mail mandata a Verona già sono REGOLA da anni (una su tutte i tracciatori obbligatoriamente allenatori in regola con gli aggiornamenti ed inseriti negli elenchi STF), in secundis che il Comitato non ha NESSUN obbligo di pubblicizzare le proprie riunioni su portali che non siano portali istituzionali, che le convocazioni alle riunioni del nostro tipo (non sono inviti…quelli sono per le feste o i matrimoni etc) non sono mai ‘ad personam’ come tu credi o ti fa comodo farlo dipingendoti a vittima mai coinvolta, ma vengono inviate a tutti gli sci club che possono avere interesse a quel particolare argomento. Gli sci club non sono entità astratte ma sono composti da persone che partecipano alle riunioni in rappresentanza delle società stesse. Lo sci club Cevedale di cui tu sei tesserato è stato regolarmente invitato alla riunione del 06 giugno e i suoi rappresentanti che non hanno ritenuto di partecipare, non ti hanno chiesto di rappresentarli? potevi benissimo venire e, come io ho rappresentato il mio club, visto che il responsabile non poteva partecipare, lo potevi fare anche tu. Quindi prenditela con i tuoi dirigenti che non ti coinvolgono ne ti delegano e non ti hanno messo a conoscenza della riunione, il Comitato non ha colpe.
    Da ultimo ma non meno importante è quello che tu dici ‘mancato ascolto’…anche qui ti sbagli perchè l’ascolto c’è stato solo che ti viene difficile accettare che la maggioranza la pensi diversamente da te…infatti a parte te, Donati e Guerci altre critiche checchè tu ne dica non ne sono arrivate ed io finchè non leggo qualcosa di firmato al bla-bla da seggiovia non do ascolto.
    ah dimenticavo… Zemeckis e Tom Hanks di ‘filmuccoli televisi’ non ne hanno fatti…buone ferie a te e rilassati magari guardando Forrest Gump.
    Licia Arsuffi

  5. Ecco qua con colposo ritardo di due mesi ( a dire la verità è un po’ che mi prudono le mani sulla tastiera ma preso da altre questioni ho preferito potermi dedicare alla cosa con più tempo ) le considerazioni di uno di quelli del comitato alpi centrali che secondo i nostri responsabili sono poco amici e si sono arrogati il diritto di esprimere le proprie ed altrui opinioni mettendole nero su bianco.

    Nessuno e men che meno il sottoscritto ha mai espresso opinioni circa la moralità , il lato umano, le propensioni e capacità personali al di fuori del mondo sportivo dei responsabili in oggetto semmai ha sollevatro dubbi o perplessità sull’operare degli stessi nell’ambito del ruolo che occupano avendone come risposta citazioni più meno dotte di filmucoli televisivi o venendo apostrofato con simpatici epiteti….cmq acqua che corre nessun rancore.

    Anche a me fa specie la mancata partecipazione di alcuni addetti del mondo master alle riunione di cui sopra; nel mio caso non avendone titolo e non essendo riunioni aperte non avrei avuto alcun modo di parteciparvi anche se mi sarebbe piaciuto farlo….. evidentemente come sostenete voi sciolta la neve si occupano di altro ( e ci mancherebbe )……. attenzione però ad una cosa ….. ad una certa somiglianza che intercorre tra la politica nazionale/locale e questa istituzione…ovvero il senso di impotenza, di soverchia inferiorità che provano alcuni verso le controparti.. ( mi spiego meglio con una citazione di un amico———– cosa bip vado a fare tanto ci sono quei due o tre bip che decidono tutto e prima ancora di riunirsi e andiamo solo a fare la figura dei bip). Ecco attenzione che se a livello nazionale ormai alle votazioni va circa il 30 per cento degli aventi diritto non è che chi vince rappresenta il 100% della popolazione ma rappresenta una percentuale di quel 30% che ci è andato ed il 70% spesso e volentieri sono quelli che non credono più nelle istituzioni e nei suoi rappresentanti ( quindi chi vince a mio avviso ha sempre ragione ma si tratta di una vittoria di Pirro).

    Vado oltre, se posso, bisognerebbe cercare di non confondere le idee tra cosa voglia dire ascoltare la base e rappresentarla…..ascoltare la base è una cosa che non ha bisogno di una sede, non dovrebbe avere bisogno di inviti ne di titoli per partecipare ed è un dovere di chiunque la rappresenti e non deve essere vista come una scocciatura e nemmeno tacciati come bip coloro che si è deciso di rappresentare ( essere un responsabile/ referente/un delegato etc etc è una scelta e non un obbligo, se non si è disposti ad accettare anche il retro della medaglia si può anche decidere di lasciar perdere) , dico di più: tacciare come riunione del bip che non ha nessuna valenza dove non si decide e non si cambia nulla il simposio master è offensivo per coloro che l’hanno organizzato e l’organizzeranno ancora, per coloro che vi hanno partecipato e che vi parteciperanno ( ed anche quelli che non hanno potuto per questioni……………diciamo istituzionali parteciparvi ma che l’avrebbero fatto molto volentieri ) ma soprattutto è chiaramente indicativo del fatto che non si è capito l’importanza di un confronto civile a bocce ferme e con la possibilità di stendere dei principi per il prosieguo della vita del ns sport ( ma magari forse è meglio scornarsi al bar come fanno le bestie ….degustibus….)

    altra piccola nota se vogliamo di opportunità ed educazione………. posto che i responsabili o coloro che per istituzione avrebbero dovuto partecipare e saranno stati sicuramente informati per tempo, su questo forum non mi è parso di vedere ( e se sbaglio scusatemi ) e nemmeno essere pubblicizzata questa riunione di cui tanto si narra…………………. quindi trovo abbastanza fuori luogo fare commenti a posteriori di cose di cui magari ( anzi certamente ) il 75% dei lettori di questa pagina nemmeno è a conoscenza ( o si da informazione al 100% o non la si da proprio ….giusto per coerenza )

    Detto tutto ciò ( con la massima educazione di cui sono dotato ) mi comporterò come altri utenti hanno già scritto decretando, mio malgrado, la vittoria di Pirro e lasciando ad altri la possibilità di confrontarsi; ( sempre che serva a qualcosa ) certo però di aver portato idee concrete per nulla banali ed attuabili per migliorare il nostro sport , avendoci messo la faccia ( nome e cognome ) senza l’uso di nick name o altro.

    Buona ferie.

  6. Noi Master dovremmo solo ringraziare tutti quelli che , come te Carlo, organizzano con passione e impegno tutte le nostre gare. Da parte mia e , credimi , anche da parte di molti altri nostri “colleghi ” che non frequentano il web e sono la maggioranza non ci sono mai stati commenti negativi da fare. Questo lo si vede dall’allegro entusiasmo e dal sano agonismo che si respira ad ogni gara . E se in questi anni la partecipazione e’ un po’ calata i motivi, secondo me, sono solo economici e non dipendono certo da chi organizza gli eventi. Chi critica e polemizza , spesso , non ricorda il vero scopo del gioco… perche’ in fondo di questo si tratta , di un puro e sano divertimento fatto all’aria aperta , da atleti amatori che il lunedi, poi , tornano al loro lavoro di sempre . In bocca al lupo quindi e buon lavoro , Carlo Culot.

  7. Carlo Bartesaghi

    Ciao Adriano, comica la cosa….ci sentiamo spesso e scriviamo qua. Comunque so perfettamente e non l’ho mai pensato che da parte tua almeno nei miei confronti non c’è mai stato nulla di personale (altri invece…..!!!!). Da parte di alcuni soggetti non è ancora chiaro il concetto che OGNI cosa decisa non è ad appannaggio di un solo comitato ma sono decisioni condivise. C’eri anche tu in Tonale e se ricordi sono stato bersaglio di attacchi e polemiche a dir poco esagerate, ma ho le spalle grosse. Quelle stesse persone tramite i loro rappresentanti hanno avuto la possibilità, nelle sedi opportune (e non è il convegno), di portare le loro obiezioni, ma come riportato non c’erano. Interpellati si è sentito solo il fragore della loro assenza. Quindi di cosa parliamo? Domani si riunisce la commissione nazionale master, non credi che si sia persa una occasione?
    Può darsi che seminiamo vento (ma non ne sono convinto) di certo non raccoglieremo tempesta.

    ciao

    P.s. I toni delle lettere inviate a Verona da appartenenti alle Alpi Centrali non si potevano certo ritenere amichevoli..

  8. Ciao Carlo come ti ho già detto mi adeguo non ci saranno più commenti da parte mia una cosa vorrei sottolineare che non ci è mai stato nessuno problema a carattere personale quindi come detto mi adeguo parteciperò a meno gare ,come molti altri hanno già fatto, scierò di più con la mia famiglia . Con la buona pace di tutti . Ultima considerazione chi semina vento raccoglie ………. Un saluto

  9. Carlo Bartesaghi

    Il fragore del silenzio…….
    Dopo una stagione in cui le proteste erano più importanti delle gare stesse il risultato è il nulla. La richiesta di una parte della base di essere interpellata su regolamenti e sulle decisioni da prendere si è sciolta come neve al sole. Interpellati a partecipare alla riunione del 6 giugno dopo che era stato inviato anche un questionario alle società per discutere anche delle proposte da portare in commissione nazionale , il risultato è quello descritto dalla responsabile regionale. Sconcertante e avvilente prendere atto del disinteresse delle stesse società verso il loro mondo.
    Sciolta la neve gli interessi si sono diretti verso altre attività, per poi ripresentarsi in autunno con le solite polemiche e pretese di avere la verità rivelata in tasca, ma di fatto è solo neve sciolta…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *