Mappa Comitati – Fare tap sulla regione

Coppa Italia Master 2016 Sci Alpino

Regolamento Coppa Italia

Ciao a tutti, di seguito pubblichiamo un estratto dell’agenda dello sciatore  in uscita, il regolamento della coppa italia 2015/2016.

3.2.9.4 Coppa Italia Master

Circuito Nazionale di Gare L1CAT_CpI, con l’eventuale partecipazione dei Giovani e Senior.

Solo le Categorie Master concorrono al titolo.

39 GARE di ammissione, programmate in 9 fine settimana e distribuite fra i principali Comitati Regionali

3 GARE di finale SG-GS-SL

NB.: Le gare di Coppa Italia possono essere spostate di località, nell’ambito della macrozona di appartenenza, ma per nessun motivo possono essere spostate di data.

PUNTEGGI, in tutte le gare sarà applicata la seguente tabella punti: 25 al 1°, 20 al 2°, 15 al 3°, 12 al 4°, 11 al 5° e poi 10-9-8-7-6-5-4-3-2-1 ed 1 punto a tutti i classificati dopo il quindicesimo.

AMMISSIONE, per essere nella classifica finale di Coppa Italia è necessario essere presenti in almeno il 30%  nelle classifiche delle gare di ammissione regolarmente organizzate (risultato arrotondato all’unità inferiore). Es. 39 x 30% = 11,7 cioè 11 risultati utili e, di questi, almeno uno deve di Slalom o Super Gigante.

La CLASSIFICA di COPPA ITALIA MASTER 2015-16, per ogni atleta e in ogni categoria, sarà ottenuta dalla somma dei migliori risultati ottenuti nel 50% delle gare di ammissione regolarmente organizzate, più i punti ottenuti nelle TRE GARE della Finale.  Anche in questo caso il 50% và arrotondato all’unità inferiore. Esempio: se tutte le 39 gare in calendario saranno organizzate se ne conteranno 19, (39×50%=19,5) + tutti i punti ottenuti nelle finali.

Premiazione FINALE, in ogni Categoria saranno premiati i migliori tre punteggi della CLASSIFICA di COPPA ITALIA MASTER 2015-16. La premiazione avverrà al termine della terza giornata gara.

Nel caso di parità si terrà conto del miglior punteggio scartato (somma di tutti i punti scartati)

Premiazione SOCIETÀ: sarà stilata una classifica che tenga conto dei punti di tutti i suoi atleti presenti nella classifica finale.

Saranno premiate le prime 10 Società e l’elenco sarà pubblicato nel sito della FISI. Alla Società prima classificata verrà assegnato il Trofeo San Giacomo, con l’incisione della propria denominazione sociale, da custodire fino l’assegnazione dell’anno successivo.

Attendiamo vostri commenti nel blog. Diteci cosa ne pensate e fateci sapere come la modifichereste. 

La redazione

Check Also

Il Trofeo Italo Kuhne torna nella bacheca del SAI

Disputate le ultime due gare del circuito MasterMind riservato agli gli over 30. La squadra …

6 comments

  1. Condivido il ragionamento di Adriano.
    Il tema non è il numero delle gare, che possono essere anche molte, ma il numero massimo dei risultati utilizzabili che a mio avviso deve essere ridotto, sulla falsariga della Fis Master Cup.

    Antonio

    • Concordo sia con Mauro che lo saluto, che con Antonio non ci sono problemi se vogliono organizzare tante gare magari per accontentare più sci club va bene basta che le gare valide siano limitate come succede nella fis master e ricordo a tutti che per la Fis le categorie Non cambiano altro problema di cui discutere approfondimentie comunque alla fine stagione saranno i numeri che parleranno io resto del mio parere un cambiamento che non porta giovamento a nessuno un saluto

  2. Faccio parte dello sci club che ha vinto la Coppa Italia Master per ben 9 volte, di cui consecutivamente le ultime 8, quindi penso di poter parlare con cognizione di causa.
    Si!!! perché in tutti questi anni abbiamo assistito a continui cambiamenti di regolamento, alcune volte anche “in corsa” e cio’ ha riguardato piu’ Commissioni Nazionali Master, per cui il “tentativo” di migliorare di volta in volta il regolamento ha riguardato un po’ tutti coloro che se ne sono occupati [(“mitico” il regolamento di quell’anno in cui per entrare in classifica “finale” fu sufficiente partecipare anche ad una sola delle gare della finale (a Pila, ma questo e’ solo un dettaglio “non insignificante”)].
    Mi permetto di dare un consiglio agli interessati: prendete esempio dai regolamenti della FIS MASTER CUP, che hanno semplicemente il carattere di una certa continuita’, che in fondo e’ una garanzia per chi partecipa.
    In tutti i casi, come sempre da parte mia, un plauso a tutti coloro che, gratuitamente e solo per passione, si occupano della nostra CATEGORIA!!

  3. Mi permetto di dare il mio parere, secondo me più gare ci sono meglio è. Possiamo scegliere le località che ci piacciono di più , quelle che sono più vicine a casa e possiamo anche scegliere di gareggiare nei week end di tempo buono ( e non , come due anni fa , dove su 3 soli week end disponibili, abbiamo trovato la bufera di neve con nebbia a Pila e il temporale con pioggia all’Abetone ) .

  4. Mi sembra che il ragionamento di Adriano non faccia una piega….

  5. Ci conosciamo da tanti anni ma non riesco a capire cosa si voglia fare o non fare con questa coppa Italia. Si scrive sul sito ufficiale master che è stata fatta per ridurre i costi dovuti alle trasferte, non sono se ci prendono per imbecilli o cosa, facciamo una simulazione se come scritto le gare valide saranno 19 più le finali quindi 19 diviso 2 sono 9 giornate quindi nella migliore delle ipotesi 5 fine settimana più la finale sono 6 e questo sarebbe il famoso risparmio due anni fa erano 3+1 quindi in 4 week tutto finito ora siamo a 6 il 50% in più ‘!!! Lascio a voi i commenti ,altra problema, questo non imputabile alla commissione master nel più importante comitato non ci sono gare di coppa Italia quindi aumenti dei costi per trasferte ! No non ci siamo comunque non è un problema non ho mai partecipato alla classifica finale e continuerò a non partecipare però non prendiamoci in giro questo no! questo e la mia opinione per alcuni sarà sbagliata parliamone un saluto

    Adriano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *